La Terra
Mi Tiene
Film Documentario

Sinossi


Ivan Di Palma è un contadino, laureato in filosofia, che ha scelto di ritornare nella sua terra natale ad Atena Lucana, nel Parco Nazionale del Cilento, Alburni e Vallo di Diano, per dedicarsi alla semina dei "grani del futuro", insieme a un gruppo di compari e compare.


Teresa Vallone è una donna anziana, una contadina che da giovane ha scelto di emigrare in Germania, abbandonando la terra per migliorare le condizioni di vita dei suoi figli.


Le loro storie si intrecciano seguendo il ciclo delle stagioni e la vita di un chicco di grano, dalla semina alla mietitura nell’anno della pandemia, interrogandosi sul passato, sul presente ma soprattutto sul futuro della terra da lasciare ai propri figli.

Scheda tecnica


Regia: Sara Manisera

Soggetto e sceneggiatura: Sara Manisera

Autrici: Sara Manisera e Arianna Pagani

Fotografia: Arianna Pagani

Montaggio: Mattia Biancucci

Durata: 52'

Luogo: Il parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

Anno di produzione: 2021

Anno di distribuzione: 2022

Formato: DCP 2K

GUARDA IL TRAILER DEL FILM 👇🏽

Protagonisti

Ivan Di Palma

Ivan Di Palma è un filosofo, un osservatore del mondo e un contadino. Lascia la precaria carriera accademica per ritornare nel Vallo di Diano, tra le montagne della Lucania Occidentale, ad allevare gli asini e seminare il grano, nei terreni che un tempo erano dei suoi nonni.

Teresa Vallone

Teresa Vallone è una donna anziana, una delle migliaia di emigranti che ha lasciato il sud Italia e le campagne per trovare, con il sacrificio, un destino migliore. Rappresenta "l'ultima generazione", che ancora conserva la memoria di un mondo contadino, crudele e bellissimo, oggi quasi scomparso.

Antonio Pellegrino

Antonio Pellegrino è un sociologo, un padre seminatore e co-fondatore di Monte Frumentario - Terra di Resilienza, un percorso nato oltre dieci anni fa attorno ai grani che sta costruendo un altro cammino nel meridione.


Carousel imageCarousel imageCarousel image

Carlo e Antonio Di Palma

I grani del futuro.


Il nostro sguardo

Questo documentario nasce nel 2020, nell’anno della pandemia.

Non racconta né l’emergenza sanitaria, né il covid.


Racconta la storia di un chicco di grano, dalla semina alla mietitura, seguendo il ciclo naturale delle stagioni.


Racconta la storia di una donna anziana. Una delle migliaia di emigranti che ha scelto di andarsene negli anni Cinquanta, abbandonando le campagne, per migliorare la vita dei suoi figli, e dei figli dei suoi figli.


Racconta la storia di chi sta provando a mettere in piedi nuove forme di economia civile e di agricoltura che rispettano i diritti delle persone e al tempo stesso l’ambiente in cui viviamo.


Racconta di chi si prende cura dei suoli e della salute di tutti noi, attraverso il cibo che mangiamo.


“Dobbiamo tornare a mangiare il nostro pane”, ci hanno detto in questo anno e mezzo i bravi seminatori e seminatrici, protagonisti di questo documentario. Ed è forse questo l’insegnamento più grande.


Mangiare il nostro pane significa seminare e coltivare il cibo che mangiamo. Significa proteggere il territorio, viverlo e presidiarlo, riconoscendo che noi esseri umani siamo solo di passaggio.


La Terra Mi Tiene è un omaggio alla Terra, al sacrificio di chi l’ha lasciata e a chi ha scelto di tornare a curarla.


Con il sostegno di

Seguici sulla pagina Instagram @laterramitienedocumentario